Campionato

Cagliari-Roma 2-2, i giallorossi si suicidano sul finale

By  | 

La Roma getta via clamorosamente altri due punti in campionato. Alla Sardegna Arena sembra avere la partita sotto controllo, poi avviene il crollo inspiegabile. Il Cagliari ci crede fino all’ultimo e, grazie anche all’apporto del suo pubblico, viene premiato. Per Di Francesco, ora, sarà difficile risollevarsi: emblematico è il sorriso amaro in panchina in reazione al gol del pari firmato in extremis da Sau.

I giallorossi iniziano bene, quando sono in possesso palla riescono sempre ad essere pericolosi, e non bisogna aspettare molto prima che la partita si sblocchi: al 14′ Cristante batte da fuori area Cragno con un tiro basso e potente. Un minuto dopo è ancora Roma con Under che gira da solo in area ma i rossoblù si salvano, palla fuori di poco.  il 2-0 arriva al 41′ su punizione: batte Kolarov, Cerri in barriera devia il pallone con la spalla e gli dà un effetto deleterio per Cragno che non può far nulla. Poco prima della fine del primo tempo guizzo del Cagliari: Farias sfiora il gol lanciato a rete ma è bravo Olsen a fermarlo. Nella ripresa il divario fra le due squadre si riequilibra, anche se è ancora la Roma ad avere le opportunità maggiori: al 3′ e al 14′ Zaniolo impegna il portiere cagliaritano in un paio di interventi considerevoli. A metà ripresa la gara si scalda, il Cagliari reclama un calcio di rigore per presunto tocco di mano di Kolarov. Mazzoleni consulta il Var e rietiene l’intervento involontario, non sbagliando. Quindi Di Francesco, credendo in ghiaccio il risultato, si concede un paio di esperimenti offensivi che lasciano qualche dubbio: Luca Pellegrini esterno d’attacco e Pastore prima punta. In questo modo le certezze della squadra vengono minate e al 40′ arriva il gol di Ionita di testa. Il mister giallorosso passa al 5-4-1 per portare a casa il risultato, inserendo come quinto difensore Juan Jesus. Mossa che si dimostra controproducente. Al 93′ l’episodio chiave della partita: Olsen è provvidenziale su Faragò in uscita e subisce anche fallo. I rossoblù accerchiano Mazzoleni che espelle prima Ceppitelli e subito dopo Srna per proteste. Sembra finita, con il Cagliari in 9 e pochi secondi ancora da giocare, ma i giallorossi fanno la frittata lasciandosi scappare Sau, su un lancio lungo di Ionita. Finisce così, 2-2 ed ennesima serata storta, ora a Trigoria devono trovare un punto fermo da cui ripartire.

Paolo Sparla

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi