Campionato

Lazio-Roma 3-0: giallorossi annichiliti. A segno Caicedo, Immobile e Cataldi

By  | 

Sconfitta fragorosa per la Roma nel derby capitolino. Squadra intimorita, a tratti irritante, soprattutto nel primo tempo. L’attacco giallorosso, molto prolifico in questa stagione, stavolta ha fallito clamorosamente non riuscendo ad andare mai vicino al gol, se non in una rara occasione con Pastore appena subentrato. La Lazio, d’altro canto, pur non giocando un calcio stratosferico, è stata solida ed efficace. Ma con un avversario del genere sarebbe potuto esserlo anche una squadra di categoria inferiore.

Di Francesco deve rinunciare a Manolas ad un’ora dal fischio d’inizio per un problema intestinale. Al suo posto Juan Jesus vince il ballottaggio con Marcano. Dall’altra parte Inzaghi rinuncia inizialmente Immobile affidando le chiavi dell’attacco alla coppia Correa-Caicedo. La Roma è confusa e mal posizionata in campo, la Lazio è brava a chiuderla nella propria metà campo non facendola respirare. L’unico in partita sembra essere Zaniolo, ma come accade da 3 match a questa parte, il classe ’99 ha su di sé costantemente due uomini. Il vantaggio biancoceleste arriva al 12′ grazie alla colpevole complicità di Fazio e Juan Jesus. Correa sfrutta una rimessa laterale per aggirare il difensore argentino e servire in profondità Caicedo: l’attaccante laziale si prende gioco di Jesus e, dopo aver superato Olsen, infila a porta vuota l’1-0. Nella ripresa qualcosa cambia: i giallorossi prendono coraggio e provano a riportare il punteggio in parità. Così ecco al 67′ il tiro da fuori di Florenzi, che Strakosha manda in calcio d’angolo deviando con la mano di richiamo. Pochi istanti dopo arriva l’occasione più clamorosa per i giallorossi con Pellegrini e Pastore che si ostacolano a pochi passi dalla porta calciando a lato un pallone favorevolissimo. Nel momento migliore per la Roma però arriva il 2-0 biancoceleste: Immobile (subentrato al posto di Caicedo) lancia Correa verso la porta e Fazio lo stende; Mazzoleni fischia il calcio di rigore e l’attaccante napoletano non sbaglia. Al 74′ è 2-0 per i padroni di casa. La squadra di Inzaghi chiude il match con Cataldi nel finale grazie a un tiro dal limite su cui Olsen avrebbe potuto fare di più. Non è finita qua perché Kolarov si fa espellere per doppia ammonizione, mentre Dzeko, ammonito, salterà Roma-Empoli perché diffidato. Finisce così all’Olimpico, 0-3 e la sensazione che stavolta, qualora non giungesse un risultato positivo in Champions League, Di Francesco potrebbe saltare sul serio.

Paolo Sparla

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi