Campionato

Roma Udinese: un gol, un rosso e tanti pali

By  | 

Gara più difficile del previsto per una Roma a cui manca ancora qualcosa per aspirare ad alti traguardi. Mourinho lo sa e lo ricorda rispondendo ai giornalisti in sala stampa.

La Roma gioca gran parte del primo tempo a ritmi alti, mentre l’Udinese non riesce a reagire.

Mkhitaryan e Zaniolo che colpiscono ďue pali fanno da preludio al gol che arriva al 36° con Abraham su iniziativa di Calafiori.

Il gol dell’attaccante britannico sarà sufficiente alla Roma per conquistare i tre punti dopo il brutto stop di Verona.

Nel secondo tempo la Roma cala vistosamente, ma per quanto ci provi insistentemente l’Udinese non riesce a segnare, grazie anche ad un attento Rui Patricio che in un paio di occasioni salva il risultato. Pericolosi tra i bianconeri  soprattutto Udogie e Deulofeu.

Sul finale la Roma soffre molto sotto gli attacchi avversari e pochi minuti prima del fischio finale che decreta la vittoria giallorossa l’episodo che più di tutti lascerà l’amaro in bocca ai romanisti: seconda (inesistente) ammonizione ed espulsione di capitan Pellegrini che salterà così il derby.

Mourinho nel dopo gara dirà che non conosce tutte le regole in Italia, ma che se ci fosse qualcosa da fare per far giocare Pellegrini domenica prossima, ebbene lo farà perché la seconda ammonizione proprio non c’era.
Comunque la Roma sale in classifica a 12 punti (7 vittorie in 8 gare) con il Napoli prima a tre punti.
Commovente l’immagine del dopo gara di Abraham, autore del gol vittoria, che va sotto la curva dei tifosi poi resta da solo a girovagare guardandosi intorno sul campo mentre i compagni rientrano negli spogliatoi…  come a voler prolungare la sua grande soddisfazione.
ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio;  Karsdorp, Mancini, Ibanez, Calafiori (69′ Smalling); Veretout, Cristante; Zaniolo (74′ El Shaarawy), Pellegrini, Mkhitaryan; Abraham (85 Shomurodov).
A disp.: Fuzato, Boer, Reynolds, Smalling, Kumbulla, Darboe, Diawara, Bove, Tripi, Perez, Borja Mayoral.
All. José Mourinho
UDINESE (3-5-2): Silvestri; Becao, Nuytinck (80′ Samardzic), Samir; Molina (62′ Beto), Pereyra, Walace, Makengo (85′ Arslan), Udogie (80′ Stryger-Larsen); Pussetto (62′ Soppy), Deulofeu.
A disp.: Padelli, De Maio, Perez, Zeegelaar, Piana, , Jajalo, Forestieri.
All. Luca GottiArbitro: Antonio Rapuano della sezione di Rimini
Assistenti: Ranghetti – Scatragli
Quarto Ufficiale: Miele
VAR: Chiffi
AVAR: Di Vuolo
Ammonizioni: Walace, Cristante, Calafiori, Pellegrini.
Espulsioni: Pellegrini.
""

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi